Roma, (TMNews) - Tutto merito degli scienziati del gruppo di Luciano Iess alla Sapienza: le loro misurazioni sui dati forniti dalla sonda Cassini-Huygens hanno svelato la probabile esistenza di un oceano liquido che potrebbe essere favorevole allo sviluppo della vita sotto la superficie ghiacciata di Encelado, una delle lune di Saturno. E' un risultato importante sia per l'esplorazione spaziale, sia per la ricerca italiana. Della possibilità della vita su Encelado e su altri corpi celesti, della unicità della Terra nello spazio, delle misurazioni sui dati di Cassini e dei risultati della ricerca italiana sul cosmo abbiamo parlato con Marzia Parisi, giovane ingegnera aerospaziale del gruppo di Iess ed esperta in Deep Space Tracking.