Parigi, (TMNews) - Cimiteri virtuali, QR codes sulle lapidi e applicazioni per l'estremo saluto. Anche la morte si fa 2.0 e, grazie a un business che sta crescendo a vista d'occhio, sta cambiando anche il rapporto tra i defunti e i loro cari.Un sito web francese, 'La Vie d'apres', consente di preparare messaggi video o testuali da inviare ai propri cari una volta passati a miglior vita. Il tutto è possibile scegliendo un persona fidata che avvertirà i gestori della applicazione dell'avvenuto decesso."Desidero che ai miei nipotini resti un souvenir virtuale con me ancora in vita", spiega una donna che si è iscritta a 'Vie d'apres'. "Si possono trasmettere informazioni molto personali ma anche altre dal carattere gioviale come foto o clip", sottolinea il gestore del sito Charles Simpson."Per molta gente oggi la vita sociale passa attraverso i social network - spiega Sophie Pène, professore di scrittura digitale - Sono triste o felice e lo scrivo, qualcuno è morto e lo piango sui social"Sul Web esistono dei cimiteri virtuali con biografie dei defunti e opzioni di epitaffi. Facebook consente di mandare un messaggio di commiato post mortem agli amici. Ultima invenzione in ordine di tempo: i QR codes da incidere sulle lapidi in modo da far scoprire la vita digitale con un click di telefonino.(immagini Afp)