Palermo (askanews) - Palermo riabbraccia dopo 46 anni "La Natività", capolavoro di Caravaggio rubato nel 1969 dall'Oratorio di San Lorenzo. La tela è stata infatti clonata grazie a un'opera ultra tecnologica realizzata da Sky Arte e commissionata a Factum Arte, società specializzata nella realizzazione di fac-simile pressoché perfetti delle opere d'arte.La Natività è stata ricostruita attraverso tecniche di stampa di ultima generazione, ricorrendo al prezioso supporto di architetti e informatici. L'importante progetto sarà raccontato al grande pubblico in una versione documentaria per il piccolo schermo, distribuita a livello internazionale."Questo è un evento che considero un grande risarcimento alla città e a questo luogo" sottolinea Bernardo Tortorici di Raffadali, presidente degli Amici dei Musei Siciliani. "Un luogo che ha sofferto la violazione di questo clamoroso furto nel 1969 della Natività di Caravaggio. E che ha subito altri furti nel corso del tempo e che era un luogo abbandonato".Alla cerimonia di inaugurazione è intervenuto il presidente delle Repubblica Sergio Mattarella, che a Palazzo Steri di Palermo ha assistito alla proiezione di "Operazione Caravaggio. Mistery of the Lost Caravaggio", un docufilm che andrà in onda su Sky Arte HD a partire da gennaio 2016 e, in contemporanea, anche negli altri paesi europei raggiunti da Sky. Il programma ripercorrerà le vicende legate all'opera di Caravaggio e alle ragioni che hanno guidato la scelta di restituirla alla città di Palermo in una forma alternativa e di forte impatto. Un progetto ambizioso, in grado di dare nuova vita al celebre dipinto e, al tempo stesso, di aprire un'inevitabile confronto sulla possibilità di rendere eterno un capolavoro artistico anche in assenza dell'opera originale.