Milano (TMNews) - Ancora problemi e polemiche per il controverso caccia Lockeed-Martin F-35 "Lighting", di cui l'Italia ha ordinato 90 esemplari per sostituire i Tornado e gli Amx dell'Aeronautica e gli Harrier ad atterraggio verticale della Marina. Gli Stati Uniti hanno sospeso tutti i voli di collaudo dell'aereo dopo che, durante un'ispezione, è stato scoperto su un esemplare il distacco di una paletta del motore Pratt&Whitney.Un episodio grave e potenzialmente fatale; se una cosa simile accadesse in volo, infatti, l'ingestione del frammento potrebbe causare l'esplosione del motore, mettendo in pericolo l'integrità strutturale dell'aereo e l'incolumità del pilota.Va detto che l'F-35, nei fatti, è ancora un prototipo ed è abbastanza normale che durante i collaudi possano emergere problemi di vario genere, da studiare e risolvere prima di avviare la produzione in serie. Questo episodio, tuttavia, è imbarazzante, sia perché coinvolge un elemento fondamentale come il propulsore del supercaccia, sia perché è solo l'ennesimo di una lunga serie di problemi emersi sull'aereo, causando un rallentamento di alcuni anni nello sviluppo e un sostanzioso sforamento del budget iniziale.Il "Lighting", di recente finito sotto la lente d'ingrandimento anche per una presunta vulnerabilità ai fulmini, è considerato l'aereo più costoso della storia; quasi 100 milioni di dollari per ciascun velivolo.