Roma, (TMNews) - Ci sono la stampante in 3D che lavora materiale in argilla o cemento, la consolle per i Dj in cartone, o il robottino che serve lo spumante, la macchina che cambia gli euro in Bitcoin, fino alla stampante in 3D che realizza tatuaggi. Al "Maker Faire - Scopri. Inventa. Crea", la più grande fiera dell'innovazione in scena all'Auditorium Parco della Musica di Roma fino al 5 ottobre, si trova davvero di tutto. Innovazioni, progetti, prototipi, idee, uno sguardo appassionato verso il futuro. 600 makers, in un percorso che spazia dalla robotica alla tecnologia, dai software agli hardware. Massimiliano Colella, direttore generale di Asset Camera, azienda speciale della Camera di Commercio che ha organizzato la Maker Faire, spiega cosa si trova alla kermesse:"Uno sguardo appassionato verso il futuro al di là della crisi economica. Qua c'è passione, futuro e speranza".L'invito è rivolto a tutti, appassionati e non: "Dobbiamo ritornare tutti a sporcarci le mani e i ragazzi qua ci insegnano questo. Lo fanno perchè credono che possa esserci un futuro diverso".L'evento si sviluppa in un villaggio digitale di oltre 70mila metri quadrati dedicati al futuro, con progetti e invenzioni provenienti da tutto il mondo.