Milano (askanews) - Alla fine la macchina ha avuto la meglio sull'uomo. Un programma sviluppato da Google ha vinto la sfida contro il maestro sudocoreano Lee Se-Dol campione di Go, antichissimo gioco molto diffuso in Corea, Giappone e Cina.AlphaGo, una forma di intelligenza artificiale capace di pensieri intuitivi, ha battuto il 33enne per 4 a 1, dopo un'ultima estenuante partita durata 5 ore. L'intelligenza umana è stata battuta da quella artificiale, ma quantomeno ha vinto una battaglia portando a casa almeno un match.Il gioco del Go è stato una vera sfida per i programmatori a causa della complessità delle regole e del numero pressoché infinito di configurazioni possibili. "E' stato difficile abituarsi al suo stile di gioco, perché non è umano" ha commentato Lee Se-Dol, al termine di una sfida leggendaria, che ricorda la famosa vittoria del supercomputer Deep Blue di IBM contro il campione di scacchi Garry Gasparov.