Park City (askanews) - La realtà virtuale conquista il festival del cinema di Sundance. Quest'anno c'è un padiglione dedicato agli artisti che si sono voluti cimentare con la nuova tecnologia, dando vita a opere che sono un mix fra cinema e videogiochi. All'interno della sala gli spettatori indossano i visori per la realtà virtuale pronti ad immergersi nell'azione."E' un mezzo completamente immersivo che permette di avere un'esperienza simile alla realtà - spiega il cineasta Barnaby Steele - La nostra opera ad esempio permette di esplorare le qualità rilassanti della natura, viaggiare in una foresta. Noi vogliamo andre ancora oltre e superare i limiti dei sensi umani. Tutto questo non è possibile attraverso lo schermo rettangolare del cinema"Gli artisti hanno voluto indagare temi molto diversi usando la nuova tecnologia: la storia di una donna che si sveglia dopo essere stata ibernata per 30 anni, un omicidio fra le mura domestiche, un incontro ravvicinato con una balena. In tutto sono almeno 30 i film "immersivi" realizzati con la realtà virtuale presentati al Sundance che si tiene a Park City, nelle montagne dello Utah, fino al 31 gennaio.