Milano (TMNews) - Si dice che gli occhi siano lo specchio dell'anima, ma c'è chi considera questo un problema e si affida alla tecnologia per risolverlo. L'ultima follia hitech arriva dal Giappone e si chiama "AgencyGlass": sono occhiali dotati di due schermi su cui vengono proiettati degli occhi virtuali. Lo scopo è poter fingere di prestare attenzione all'interlocutore o esprimere gioia e comprensione mentre in realtà si prova tutt'altro. L'emozione si programma in anticipo e poi ci si affida ai sensori di movimento e alla telecamera esterna grazie a cui si riescono a seguire gli spostamenti delle persone.Praticamente degli occhi indossabili. Il loro inventore, un ricercatore dell'Università di Tsukuba di nome Hirotaka Osawa è convinto che saranno molto utili agli insegnanti che devono mostrarsi sempre attenti e comprensivi con gli allievi. O ben più prosasicamente a chi vuole dormire davanti al pc fingendo di lavorare.