Tokyo (askanews) - Un'esibizione in piena regola a Tokyo per 100 Robi, gli androidi da compagnia venduti a fascicoli. Per ultimare la nuova versione di questo piccolo robot che in Italia è distribuito dalla De Agostini occorrerà molta pazienza: un anno e mezzo di lavoro per mettere insieme i pezzi e per vedere Robi intero e nel pieno delle propria capacità."Mettiti a sedere" ha ordinato nel corso di un momento dimostrativo Tomotaka Takahashi, il papà di Robi e già inventore di Kirobo, il primo androide andato nello spazio a far compagnia agli astronauti giapponesi della Iss."Penso che i robot si avvicineranno sempre di più alla vita degli esseri umani e finiranno per entrare nelle famiglie. Per questo abbiamo sviluppato molto gli strumenti comunicativi di Robi", ha spiegato Yujin Kimura, marketing manager De Agostini Giappone. Oltre a parlare, l'androide prodotto dalla De Agostini risponde a 250 comandi, è dotato di riconoscimento vocale, balla e si relaziona con le persone.