Milano, (TMNews) - La macchina del futuro avrà due posti, un tasto e nessun volante o acceleratore. Google è al lavoro per reinventare il concetto di mobilità creando auto che si guidano da sole. Dalla sede di Mountain View sono già usciti i primi prototipi di veicoli dotati di sensori in grado di eliminare i punti ciechi e di rilevare oggetti in tutte le direzioni, ad una distanza maggiore di due campi da calcio, sostiene Google. A bordo solo l'essenziale: cinture di sicurezza, uno spazio per gli effetti personali dei passeggeri, un pulsante di avvio, uno di arresto e uno schermo che mostra il percorso. L'obiettivo è costruire un centinaio di prototipi, inizialmente dotati di controlli manuali, da testare nel corso dell'estate. Se tutto va bene verrà avviato un piccolo programma pilota nell'arco dei prossimi due anni.Google non è l'unica ad aver puntato sui veicoli che si guidano da soli, un progetto su cui stanno lavorando anche aziende come Volvo, Toyota, Mercedes Benz e anche gli ingegneri dell'Università di Parma che hanno ideato il prototipo VisLab.