A 30 anni si pensa di essere nel fiore degli anni, anche perchè ormai l'aspettativa di vita si è allungata ben oltre gli 80 anni, e spesso anche dopo i 60 si riscopre una gran voglia di fare, di girare il mondo. Ben pochi però sanno che proprio allo scoccare dei 30 il nostro cervello comincia a perdere colpi, ovvero ad invecchiare, perchè ha già raggiunto più o meno intorno ai 25 la sua piena maturazione. Un limite d'età che grazie alla formazione scolastica prolungata tende ovviamente ad alzarsi. Però il dato di fatto è che dopo i 30 il cervello dell'essere umano comincia a perdere circa 100.000 neuroni al giorno di quei 100 miliardi avuti in dote alla nascita. Come si allena il fisico, bisogna allenare la mente per stimolare le varie aree cerebrali e mantenerla agile e flessibile. Proprio di questo parla oggi Nicoletta Carbone nel nuovo appuntamento di Più cuore che denari con il prof Giuseppe Alfredo Iannoccari, neuropsicologo, docente alla Statale di Milano e presidente dell'associazione Assomensana