Roma, (askanews) - "Intelligence e scienze umane. una disciplina accademica per il XXI secolo". E' il titolo, oltre che il tema di una profonda riflessione, di un volume a cura del professor Mario Caligiuri edito da Rubbettino e presentato all'università Luiss "Guido Carli" di Roma, in collaborazione con il centro di documentazione scientifica sull'intelligence dell'università della Calabria.Al centro del dibattito che scaturisce dal lavoro di Caligiuri, direttore del Master in intelligence dell'università della Calabria, c'è un approccio interdisciplinare e non più solo scientifico e tecnologico alla sicurezza di oggi e di domani, cominciando ovviamente dalla rete e dalla cosiddetta cyber security. Mario Caligiuri:"Il tema della sicurezza è fondamentale per cittadini, imprese e stati. Oggi più che mai le scienze umane sono fondamentali per sopravvivere nella società della disinformazione perchè è proprio attraverso la notizia si crea il disagio e la confusione dei cittadini".Non basta quindi l'informatica, l'approccio alla minaccia cyber deve essere innanzitutto umanistico ed accademico. Lo conferma Alberto De Toni, segretario generale della conferenza dei rettori delle università italiane e rettore dell'Università di udine."Non c'è solo il problema sicurezza ma quello della comprensione di quali sono le informazioni importanti ed anche sensibili. Da questo punto di vista si tratta di formare le coscienze critiche, cioè proprio uno dei fondamenti dell'educazione universitaria".Da qui anche la necessità di una nuova formazione sulla cyber security, con la Luiss business school che ha lanciato un nuovo centro studi dove confluiranno numerosi progetti di ricerca sulla sicurezza dei dati e sui temi ad essa correlati.Le ragioni di questa scelta educativa le spiega Paolo Boccardelli, direttore della Luiss business school:"L'obiettivo del centro è quello di capire come la rivoluzione digitale impatti su nuovi fenomeni, tra cui la cyber security, attraverso attività di ricerca, interazione con il mondo istituzionale e aziendale, pubblicazioni, rapporti e iniziative di formazione per creare una cultura della cybersicurezza diffusa a tutti i livelli del paese".