Roma, (askanews) - Dal car-sharing allo 'scooter-sharing': nasce così Scooterino, una app creata dall'italo-americano Oliver Page, anche lui vittima del traffico romano. E così per soli tre euro si può trovare un passaggio sul mezzo di uno dei membri della community. "L'idea è nata mentre stavo vivendo da due anni in California e sono venuto a fare visita alla mia famiglia. Stavo aspettando l'autobus e dopo 30 minuti che non passava mi sono stufato e ho iniziato a osservare il traffico e l'ambiente dove mi trovavo e ho notato - ha raccontato Page, a margine di un evento alla John Cabot University - che c'erano centinaia di scooter che passavano ogni due minuti e tutti avevano solo una persona a bordo ma erano omologati per due persone e mi sono detto: 'se fossi in California qualcuno avrebbe già inventato un'app che permette alla gente che aspetta i mezzi pubblici si collegarsi con le persone in scooter che hanno un posto libero e di condividere un passaggio' e da questa mia esigenza è nata l'idea e ora esiste".La start up ha ricevuto 50.000 euro di finanziamenti dall'Agenzia spaziale europea (Esa) e sono già in molti a chiedere che il servizio venga esteso in altre città italiane: "Ora è solo su Roma vogliamo monopolizzare questo mercato prima e dopo quando ci sentiremo pronti - prosegue Page, annunciando - la porteremo a Milano, Firenze, Bologna, Genova, abbiamo molte richieste per portare il servizio in altre città".