Tokyo (askanews) - Essere pronti al peggio, capaci di affrontare le situazioni più difficili e impreviste. Il Giappone sta mettendo a punto un piano di protezione civile che utilizza le più recenti tecniche di prevenzione e soccorso. Nella "Giornata di prevenzione dei disastri" si sono tenute esercitazioni nelle scuole, negli uffici, sui mezzi di trasporto di Tokyo.Oltre 2 milioni di persone sono state coinvolte nell'iniziativa."Come governo abbiamo il dovere di proteggere la vita e i beni dei nostri cittadini in casi di terremoto. Bisogna agire partendo dal principio del auto soccorso e del mutuo soccorso con l'appoggio dei mezzi pubblici" ha detto il primo ministro giapponese Shinzo Abe partecipando all'esercitazione."Nel terremoto del 2011 la maggior parte delle persone è rimasta bloccata in città e non è riuscita a tornare a casa, per questo abbiamo previsto dei punti di raccolta per dare ospitalità e cibo agli abitanti di Tokyo" ha sottolineato Takahashi Terada responsabile del servizio di emergenza.L esercitazione generale si svolge ogni anno il primo settembre - anniversario del grande terremoto del 1923 a Kanto in cui morirono più di 100.000 persone.(immagini AFP)