Roma (TMNews) - Nel cielo serale di luglio, verso sud, si stagliano le costellazioni del sagittario, dello scudo, dell'aquila e dell'ofiuco. Più ad ovest invece , ormai ben visibile lo scorpione, affiancato dalla bilancia. Verso ovest tramontano la vergine e il leone, mentre alzando lo sguardo è facile individuare la costellazione di boote con la brillante arturo, la chioma di berenice e l' orsa maggiore. Attorno alla stella polare, verso nord, ruotano le costellazioni della giraffa, del drago, cefeo e cassiopea. Verso est invece sorgono il pegaso, l'acquario, il capricorno. Alte sul' orizzonte, quasi allo zenit le tre costellazioni che dominano il cielo di questi mesi, ovvero il cigno, la lira e l'aquila. Le loro stelle principali, rispettivamente Deneb, Vega e Altair, formano il cosiddetto triangolo estivo.Per quanto riguarda i pianeti, Mercurio sarà piuttosto agevole da osservare la mattina verso Est, prima dell'alba. Anche per osservare Venere bisogna alzarsi presto, ben prima dell'alba. Lo si può individuare verso est. Marte è osservabile a Sud-Ovest nel corso della prima parte della notte. Il tempo a disposizione per osservarlo decresce gradualmente con il passare dei giorni. In questo mese il Pianeta rosso si avvicinerà a Spica, la stella più brillante della costellazione della Vergine, con la quale sarà in congiunzione il 12. In questo mese Giove è praticamente inosservabile, troppo vicino al Sole. Al contrario, Saturno è ben visibile nella prima parte della notte a Sud-ovest. La luna in questo mese entrerà in congiunzione con Marte nella notte tra il 5 e il 6, con Saturno tra il 7 e l 8 luglio e, al mattino del 24, prima dell'alba con Venere. Luna che sarà piena il 12, nuova il 27.