Roma (TMNews) - Cosa ci riserva il cielo serale di aprile? Andiamo a dare uno sguardo allecostellazioni, ai pianeti e ai principali eventi astronomici che saràpossibile osservare anche ad occhio nudo questo mese. Partendo da sudpossiamo individuare il corvo, il cratere, l idra e più in alto il Leone.Ad ovest ci stanno salutando le costellazioni che hanno dominato le nottiinvernali, ovvero il cane maggiore, orione, il toro e l auriga chepossiamo ancora scorgere nelle prime ore di buio. Più alte nel cielo sistagliano, oltre al cane minore, i gemelli, il cancro e la lince. Versonord, basse sull orizzonte ci sono cassiopea e cefeo. Alzando lo sguardo,attorno all orsa minore possiamo individuare il drago, l orsa maggiore ela giraffa. Verso nord-est sorge la lira con la sua luminosa stella Vega,mentre più ad oriente possiamo scorgere ercole, la corona boreale e bootecon la brillante stella arturo.Per quanto riguarda i pianeti, Mercurio ad aprile è praticamenteinosservabile. Al contrario, Venere è ancora facilmente visibile alleprime ore del mattino, verso oriente. Marte si troverà in opposizionel 8 e raggiungerà la distanza minima dalla Terra, poco più di 92 milionidi chilometri, il 14. Possiamo scorgerlo, dopo il tramonto del Sole, adest, per poi culminare verso sud in piena notte e tramontare a Sud-ovestqualche ora prima dell alba. Giove rimane l astro più luminoso della sera.Lo possiamo trovare verso Sud-Ovest e, a fine mese, sempre più basso,verso ovest. Al contrario, Saturno continua ad anticipare l orario delproprio sorgere e a fine mese lo si può trovare, basso ad oriente, giàdopo le 22.Ricordiamo infine due interessanti congiunzioni: la sera del 14 con Martee il mattino del 26 con Venere.