Milano (askanews) - E' sempre più ecosostenibile il Campus Universitario di Savona che grazie a una microrete energetica, che ottimizza i flussi energetici è riuscito a migliorare la sostenibilità economica e ambientale tanto da venire premiato da Legambiente nell'ambito del concorso "Innovazione Amica dell'Ambiente".Il progetto Smart Polygeneration Microgrid è stato realizzato da Siemens e permette attraverso l'integrazione di tecnologie tradizionali e di soluzioni per il risparmio energetico, tra le quali impianti da fonti rinnovabili e l'utilizzo storage elettrochimico, di realizzare una microgrid, o più semplicemente un sistema di produzione e di consumo di elettricità e calore efficiente, che consente sia di abbattere le emissioni di CO2 che di risparmiare sulla bolletta energetica.Il sistema è governato da un'intelligenza centrale, control room, che gestisce i flussi energetici interni e quindi i diversi impianti di generazione di energia, l'energy storage ed alcuni dei carichi. La microrete del Campus Universitario di Savona rappresenta un vero e proprio laboratorio per sperimentare la smart city, in futuro replicabile su più ampia scala.