Milano (TMNews) - Muoversi attraverso il sistema solare con la sensazione di galleggiare nello spazio e poter quasi toccare il Sole o Giove. E' un'esperienza che tutti potremo fare dentro le nostre case probabilmente molto prima di quanto crediamo, grazie ai visori virtuali di ultima generazione come Oculus Rift. Il prodotto dell'azienda comprata recentemente da Facebook potrebbe essere commercializzato a fine 2014, ma gli sviluppatori possono già acquistare un kit con cui saggiarne le possibilità. Cosa che ha fatto il Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano, scoprendo che siamo arrivati davvero ad un momento di svolta per la realtà virtuale. Luca Roncella, curatore per il Museo di GamificAction. "Per la prima volta abbiamo la sensazione di trovarci davvero in un luogo fisico, in un ambiente". L'esperienza, a disposizione dei visitatori del museo sabato 10 e 17 maggio, domenica 11 e 18, è davvero immersiva. Visione a 360 gradi, definizione delle immagini, musica o sonoro avvolgenti, una sensazione così realistica da risultare a tratti straniante, quanto può esserlo volare sulle montagne come un'aquila. In ogni caso, al di là dell'aspetto ludico, le possibilità di utilizzo sono infinite. "Centri di ricerca medica, per la riabilitazione post traumatica, artisti, è stato acquistato da Nasa per simulazione di suolo marziano". Possibilità amplificate dal fatto che la piattaforma al momento è libera e chiunque può sviluppare contenuti senza autorizzazione dalla casa madre. Un via libera totale per scatenare la fantasia.