Roma, 23 gen. (TMNews) - Un gruppo di ricercatori giapponesi hareso noto di aver scoperto un nuovo metodo per individuare ilcombustibile all'interno dei reattori nucleari, un sistema chepotrebbe essere molto utile nella bonifica della centrale diFukushima. Il metodo si serve delle microparticelle dei raggicosmici e osserva come queste si muovono vicino ai reattori ealle vasche con combustibile usato, e fornisce una mappaturapiuttosto dettagliata della presenza di combustibile.I ricercatori hanno osservato attentamente i muoni,microparticelle che cadono continuamente sulla terra dallospazio, e attraversano liberamente acqua, corpi umani e moltiminerali. Le sostanze con altissima densità, come il combustibilenucleare, riducono tuttavia fortemente il passaggio dei muoni, eciò li rende utilissimi per scoprire dove si trova ilcombustibile, in questo caso quello fuso o usato dopol'incidente.