Tokyo (TMNews) - Quanto è difficile fare camminare bene i robot. Ma ora i ricercatori giapponesi hanno scoperto quella che è stata una delle chiavi del successo del "re del rock" Elvis Presley: il segreto sta nel bacino. Solo così gli androidi meccanici possono avanzare in modo naturale. Un gruppo di esperti dell'istituto di robotica umanoide dell'università di Waseda, ha passato ore e ore ad analizzare quanto il movimento di fianchi e vita sia indispensabile per un'andatura agile e leggera.La maggior parte dei robot non coinvolge il baricentro per avanzare. Per compensare, piegano le ginocchia assumendo quella camminata da frankenstein in salsa di ingranaggi e software che li contraddistingue. Ma "Wabian 2R2" ha fatto il salto di qualità grazie ad anche flessibili in grado di ruotare e riprodurre al meglio la camminata dell'uomo, un modo per cercare di comprendere meglio gli umani, come spiega Kenji Hashimoto, ricercatore dell'università di Waseda."Lo scopo principale è riprodurre le movenze umane e impiegando questo prototipo meccanico siamo in grado di valutare con cura e migliorare le calzature e altri equipaggiamenti adottati dall'uomo".Il segreto, in fondo, bastava chiederlo a Elvis "the pelvis". (Immagini Afp)