New York, (TMNews) - Dollari alla mano si è chiusa una delle più importanti vendite dell'era 2.0. Con un'operazione in contanti e azioni da 19 miliardi di dollari, Facebook si aggiudica WhatsApp.La celebre app che permette ai suoi utenti di inviare gratuitamente messaggi di testo via Internet bypassando gli operatori telefonici rappresenta per il social network la sua più grande acquisizione dopo quella di Instagram, l'applicazione per scambiare fotografie comprata nel 2012 per oltre un miliardo di dollari.Battuto anche l'acquisto da parte di Microsoft di Skype nel 2011 per 8,5 miliardi di dollari. Così facendo l'amministratore delegato di Facebook, Mark Zuckerberg, dimostra di volere puntare ancora di più sui dispositivi mobili."WhatsApp è sulla strada giusta per connettere un miliardo di persone. I servizi che raggiungono un tale traguardo hanno un valore incredibile", ha spiegato il fondantore di Facebook.I 450 milioni di utenti attivi di WhatsApp su base mensile non si devono preoccupare: per loro nulla cambia. Il servizio resta praticamente gratuito e non verrà invaso da pubblicità.La società fondata da Jan Koum e Brian Acton resta indipendente rispetto a Facebook e continuerà a rispettare la privacy. Una volta inviati, i messaggi vengono infatti cancellati dai server.