Milano (askanews) - Esplorare i padiglioni di Expo 2015 senza muoversi da casa o al contrario essere catapultati davanti al Duomo di Milano o sulle montagne slovene mentre si passeggia sul decumano. Magie della realtà virtuale, tecnologia sfruttata da Expo per arricchire l'esperienza dei visitatori in diversi modi.A partire dal tour virtuale che permette di visitare l'area da computer, smartphone o tablet, come spiega il responsabile digital di Expo Guido Arnone. "La prima versione a dicembre era formata dai rendering dei padiglioni, dal primo maggio c'è stata la versione con fotografie reali e proprio in questi giorni stiamo lanciando la versione immersiva con la possibilità di navigare all'interno dei padiglioni e in giro per i padiglioni, come in un vero e proprio videogame".Il tour immersivo è parte del progetto di Expo virtuale nato dalla collaborazione tra Dassault Systèmes the 3Dexperience Company e Samsung. Grazie alla mappatura in 3d del sito e a oltre 40mila scatti fotografici grandangolari ad alta definizione offre una prospettiva nuova dell'esperienza tridimensionale. Roberto Carraro di Telecom Design è lo sviluppatore del virtual tour ufficiale di Expo per Dassault Sistèmes. "Permette di esplorare Expo con degli avatar in modo più dinamico rispetto alle tecnologie esistenti come google street view, è una specie di Google street view tridimensionale con un avatar che ti guida, dei percorsi che puoi effettuare in modo dinamico dei cambi di camera e elementi che rendono assolutamente 3d l'esperienza di Expo".Il tour permette di visitare gli spazi di oltre 140 paesi e 50 punti di interesse tematici dell'area espositiva. Altri Padiglioni invece, come la Lombardia, la Slovenia e Slovacchia solo per citarne alcuni, offrono un'esperienza ancora più immersiva, con i visori di realtà virtuale Samsung gear VR.I device, oltre 100 a disposizione, sono stati immaginati come degli "stargate", dei portali che permettono di scoprire il sito espositivo in una realtà virtuale a 360 gradi, magari andando indietro nel tempo per visitare il decumano nell'antica Roma, oppure di volare dall'Expo nel resto del mondo, che si tratti di Bratislava o della Camera degli Sposi a Mantova, con un battito d'occhi.