Milano (askanews) - I cittadini possono trovare sul Web le risposte a molte delle loro esigenze se vengono messi nelle condizioni di farlo, e in Italia tutto questo ancora non avviene.La fotografia dell'arretratezza digitale italiana questa volta è scattata direttamente dalla Commissione europea che ha sviluppato un nuovo indice, "Digital Economy and society index" per valutare quanto è digitale ogni paese europeo. Il risultato è che l'Italia su 28 Paesi si è classificata 25esima, peggio di noi solo Grecia, Bulgaria e Romania, ultima.La classifica è stata stilata sulla base di cinque diversi parametri: diffusione, rapidità e accessibilità delle connessioni; l'uso di internet da parte dei cittadini, dalla lettura delle news agli acquisti; lo sviluppo dei servizi digitali fondamentali come cloud e e-commerce e i servizi pubblici online, dalla pubblica amministrazione alla sanità.Ai primi posti, i paesi nordici con la Danimarca in testa seguita da Svezia e Paesi Bassi.