Roma, (askanews) - Sperimentare e validare soluzioni avanzate per il potenziamento e l'ammodernamento delle reti di trasmissione di energia elettrica esistenti e per integrare collegamenti tramite sistemi elettrici superconduttori di elevata potenza all'interno di reti interconnesse. Questo l'obiettivo dell'accordo sottoscritto a Roma tra l'Enea e Nedo, l'agenzia governativa giapponese per l'energia e lo sviluppo tecnologico, che porterà alla realizzazione e alla sperimentazione di un impianto dimostrativo di ultima generazione per la trasmissione di energia elettrica in corrente continua, anche nella prospettiva di favorire la creazione di reti interconnesse a livello europeo (super grid).A firmare l'accordo nella sede dell'Enea il commissario dell'Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile Federico Testa e l'executive director di Nedo, Munehiko Tsuchiya, alla presenza del viceministro dello Sviluppo economico Teresa Bellanova e dell'ambasciatore del Giappone in Italia Kazuyoshi Umemoto. Il commento di Federico Testa:"Abbiamo firmato ufficialmente il protocollo d'intesa tra Enea e NEDO che è la più importante organizzazione ed ente scientifico giapponese che fa trasferimento di tecnologia presso le imprese, quindi una cosa molto simile a quello che cerchiamo di fare con Enea in Italian e in base alla quale Toshiba, che è uno dei principali player internazionali dal punto di vista tecnologico, sviluppa insieme ad Enea, presso il centro Enea di Casaccia una nuova tecnologia che poi sarà molto utile per riuscire a rendere più agevole l'uso delle reti per la trasmissione dell'energia. E' il primo accordo di questo genere fatto in Italia e siamo particolarmente contenti perchè l'abbiamo costruito grazie ai nostri ingegneri con fatica e dedizione, ed è un bel risultato".