Milano, (askanews) - Tra le star dell'edizione 2016 del salone dell'auto di Ginevra una menzione speciale la merita senza dubbio la padrona di casa svizzera Rinspeed con la Etos, concept car di auto ibrida a guida autonoma che, tra gli optional, ha addirittura un drone capace di atterrare su una "piazzola" con 12mila Led, ricavata sul cofano posteriore.La Etos aveva già debuttato a Las Vegas a gennaio 2016 ma le sue caratteristiche pressoché uniche la rendono una delle vetture più affascinanti e curiose del salone. Realizzata sulla base della Bmw i8 Hybrid, questa vettura sportiva è dotata di 8 telecamere con visuale a 180 gradi che monitorano lo spazio esterno, 2 touch screen HD da 21,5" per entrambi i passeggeri e uno sterzo ripiegabile, realizzato dalla ZF, che consente di ricavare spazio permettendo agli occupanti di leggere o chiacchierare tranquillamente, mentre un'intelligenza artificiale si occupa di portarli a destinazione. L'interfaccia del sistema multimediale, creato dalla Harman, permette al pilota di "connnettersi" alla vettura con comandi vocali o manuali.Il vero must della Etos, però, è il drone che decolla e atterra sul retro della macchina come un elicottero su uno yacht; può seguire la vettura in volo scattando selfie dall'alto oppure essere usato per un inaspettato... colpo di scena.Tra le altre novità hi-tech di questa concept car da fantascienza il sistema NFC per pagare i parcheggi, la ricarica wireless per lo smartphone nonché due libri per ingannare il tempo mentre la macchina si guida da sé.