Milano, (TMNews) - Il paziente affetto da diabete è una persona, non un numero. E' questo il messaggio al centro di due progetti, "Hai il diabete: rinnova la patente in sicurezza" e "Diabete gestazionale: le problematiche della donna", presentati da Neopharmed Gentili, società di Mediolanum Farmaceutici, alla III Conferenza nazionale delle associazioni di volontariato, organizzata a Bologna da Diabete Italia Onlus. Francesco Dantini, market access manager del gruppo: "Noi riteniamo che tutti gli attori del sistema, comprese le aziende farmaceutiche, debbano cercare di riportare nella giusta collocazione la persona".Per i diabetici fare o rinnovare la patente richiede documenti specifici. Il decreto del ministero dei Trasporti dedicato, tuttavia, è stato recepito in modo diverso dalle regioni: capita, così, che il paziente spostandosi da una provincia all'altra trovi diversità di trattamento. L'obiettivo ora è fare chiarezza. "Abbiamo creato poster e depliant che stiamo distribuendo negli ambulatori di medicina generale, nei centri diabetologici, nei centri dove vengono rilasciate le commissioni medico-legali, ma vogliamo arrivare al paziente, sul quale riteniamo non ci sia ancora completa informazione".Per il diabete in gravidanza l'azienda ha organizzato un percorso assistenziale rivolto agli specialisti e non solo. "Abbiamo creato materiale informativo sulle domande che di solito le gestanti rivolgono allo specialista per capire cos'è la patologia e come affrontarla".