Berlino, (TMNews) - Da luogo simbolo della Guerra fredda a spazio aperto di gioco e divertimento per i berlinesi. L'aeroporto di Tempelhof, 300 ettari di verde nel cuore della capitale tedesca, è stato costruito nel 1924 ed è diventato famoso perchè nel 1948 è servito da base per il ponte aereo che rifornì Berlino Ovest. Chiuso dal 2009 perchè non più adatto alle esigenze del trasporto aereo, è stato trasformato in un parco dove grandi e bambini trascorrono il tempo all'aria aperta: come questo pensionato con la passione per gli aquiloni: "E' bellissimo qui, non sono mai stato così bene in vita mia".Un'oasi di verde e pace al centro di un progetto comunale che fa discutere, perchè prevede di costruire sul 20% della superficie. "L'idea è di lasciare libero lo spazio verde, una grande superficie per sport e divertimento, e allo stesso tempo costruire nuove case per i futuri berlinesi, superfici industriali che creino lavoro ma anche una biblioteca pubblica" spiega Gerhard Steindorf, direttore di Projet Tempelhof. Un comitato di cittadini ha lanciato una petizione contro il progetto e raccolto 185mila firme: hanno ottenuto un referendum sul futuro del parco."Secondo noi - spiega Michael del comitato promotore - ha più senso conservare la totalità di questa superficie naturale e costruire su terreni già sfruttati, che costerebbe molto meno". I frequentatori approvano. "Gli altri parchi sono molto più piccoli e organizzati, ma qui c'è un'atmosfera diversa, ci si sente liberi come da nessun'altra parte a Berlino". Sarà il voto del 25 maggio a decidere il destino di Tempelhof.(immagini Afp)