Fukushima(askanews) - Un muro sotterraneo ghiacciato per fermare l'acqua radioattiva a Fukushima. La Tokyo Electric Power Company (Tepco) ha quasi completato la barriera che dovrebbe impedire all'acqua sotterranea di infiltrarsi nei reattori danneggiati dalle esplosioni avvenute dopo il terremoto e lo tsunami dell'11 marzo 2011, diventando così radioattiva.L'opera che dovrebbe essere inaugurata a fine novembre, punta a realizzare un muro di terreno ghiacciato lungo 1.500 metri intorno ai reattori iniettando liquido a 30 gradi sottozero in tubi a 30 metri ed a intervalli di un metro."Lo smantellamento dei reattori richiederà altri 30 o 40 anni e siamo consapevoli che il Giappone non può fare tutto da solo" ha spiegato il sovrintentende della centrale Akira Ono.La Tepco ha mostrato alla stampa l'andamento dei lavori per la costruzione di questa parete congelata che dovrebbe tenere le acque sotterranee non contaminate lontano dal cadavere radioattivo della centrale nucleare e deviarle verso il mare, arginando così l'accumulo quotidiano di acqua radioattiva nell'impianto e soprattutto evitando di contaminare l'oceano.(immagini AFP)