Milano (askanews) - Massimo impegno del governo per la banda ultra larga. Lo ha confermato il responsabile dell'Area Innovazione del Pd Sergio Boccadutri, nell'ambito del congresso in Expo "Innovazione in the digital single market in Europe", che poi ha anche spiegato i vantaggi che verranno dall'uso del 5G". "Noi oggi presentiamo un progetto a cui il governo partecipa attraverso il Ministero dello sviluppo economico, che parte dall'idea di condividere le frequenze, in un paese dove la fame di spettro è tanta e dove la richiesta aumenterà non solo per il moltiplicarsi dei device mobili, ma soprattutto perchè oggetti inizieranno a parlare con altri oggetti. Da questo punto di vista c'è tutto uno sviluppo di servizi che va fatto, un pezzo sta nello spettro, un altro sta nello sviluppo della banda ultra larga sulla quale ci sono degli investimenti importanti" ha spiegato Sergio Boccadutri."La vera chiave di volta del 5G è la riduzione della latenza, cioè sostanzialmente la riduzione del tempo di risposta che ha l'oggetto attraverso le frequenze. Oggi quando telefoniamo abbiamo una latenza di 130 millisecondo. Se pensiamo al 5G per le applicazioni medicali dove c'è un intervento diretto o la guida di un veicolo in modo autonomo è fondamentale che la latenza di un millisecondo, e questo darà ai cittadini una quantità di applicazioni fino ad ora impensate" ha concluso Sergio Boccadutri.