Tolosa, (TMNews) - Questo piccolo e semplice sensore è in grado di identificare la densità di cenere che si creerebbe in cielo in caso di eruzioni vulcaniche come avvenne nel 2010 in Islanda che bloccò i cieli europei per una settimana.Grazie alla tecnologia Avoid, che utilizza una telecamera a raggi infrarossi passivi per individuare le nubi già a 100 Km di distanza consentendo agli aerei di cambiare rotta senza danni, la compagnia aerea Easyjet - che ha deciso di adottarla - è ora in grado di volare anche in caso di nubi di cenere.Una equipe specialista, con la collaborazione di Airbus e Nicarnica Aviation, ha testato con successo il sensore Avoid, e ha annunciato la riuscita dell'esperimento in una conferenza stampa a Tolosa.Reginald Otten, capo relazioni esterne di Easyjet:"Grazie a questa tecnologia Easyjet sarà in grado di volare anche di fronte a una situazione di crisi e di pericolo come di fronte a grosse nubi di cenere".Per testare la tecnologia, dunque, è stata creata una nube di cenere artificiale: un Airbus A400M ha disperso una tonnellata di cenere, la stessa dell'Islanda del 2010. Un secondo Airbus, su cui è stata installata la tecnologia Avoid, ha volato nei pressi della nube, identificandola e misurandola.Prima di entrare in funzione, tuttavia, occorre l'autorizzazione dell'Agenzia europea per la sicurezza aerea.Fred Prata di Nicarnica è l'inventore del sensore:"Nei prossimi 12 mesi Easyjet ha in progetto di installare questo sistema nei suoi aerei, continuerà a testarli per essere sicura che funzioneranno al cento per cento e poi li metteranno in funzione entro la fine del 2014".