Dubai (askanews) - La pattuglia Acrobatica Al Fursan degli Emirati arabi uniti, ha fatto gli onori di casa inaugurando, con i suoi jet Mb-339 di fabbricazione italiana, la 14esima edizione del Dubai Air Show, il più grande salone aeronautico del Golfo dove si dà appuntamento il meglio dell'aviazione mondiale. Basti pensare che nel 2013 ha generato un business di oltre 200 miliardi di dollari tra ordini e opzioni.Oltre 1.100 gli espositori presenti nel 2015, provenienti da 61 Paesi di tutto il mondo, Italia compresa. 65mila, invece, sono i visitatori professionali previsti per l'intera durata della manifestazione che si concluderà giovedì 12 novembre.A farla da padrone i giganti dell'industria aeronautica, Boeing e Airbus, pronti a darsi battaglia a colpi di contratti per la vendita dei loro masterpiece: da un lato il super jumbo A-380 e l'innovativo A-350-900 per il consorzio francese, dall'altro il nuovissimo 737-800, fiore all'occhiello dell'azienda americana.Ben rappresentata anche l'industria militare con diversi modelli di aerei da caccia e da trasporto. Presenti anche le Frecce Tricolori che, tra l'altro, hanno addestrato i piloti della pattuglia Al Fursan i quali, oltre a volare sullo stesso velivolo, hanno un programma di volo che ricalca per molti versi quello della Pan.(Immagini Afp)