Milano, (TMNews) - Dal tweet di 140 caratteri ai video di 6 secondi. Si chiama "Vine" l'applicazione creata dall'omonima startup acquistata da Twitter che permette di girare filmati di pochi secondi, più simili ad una gif animata che a un video, e condividerli sul social network.Di servizi di social video ne esistono altri, da Cinemagram a SocialCam, Kinotopic, ma in pochi hanno alle spalle la forza e i numeri di Twitter, valutato recentemente oltre 9 miliardi di dollari. E infatti in pochi giorni "Vine", per ora disponibile solo per Apple, ha conquistato gli utenti.Rapidamente come il successo, sono arrivate anche le prime grane: l'applicazione infatti si è velocemente riempita di video a sfondo sessuale pubblicati con gli hashtag #porn o #sex. Twitter ha risposto sottolineando che gli utenti possono segnalare i filmati inappropriati affinché vengano rimossi; resta da vedere come si comporterà Apple che ha una rigida policy in proposito, proprio recentemente ha eliminato dall'app store per la presenza di immagini esplicite l'applicazione 500px.