Roma, (askanews) - Studiare le street gang americane utilizzando un app che narra, attraverso mappe navigabili, l'evoluzione delle bande, la loro storia e l'uso dei social, guardando alle possibili evoluzioni di questo fenomeno anche in Italia. E' l'obiettivo di Rossana Del Zio, analista forense specializzata in Analisi del crimine organizzato, che ha realizzato un'applicazione "Dalle Street Gang di New York ai reati di Mafia negli Usa" utilizzando la tecnologia fornita dalla piattaforma Esri."L'idea è di raccontare una storia, immaginarsi di camminare in un luogo e avviare un percorso. L'obiettivo dell'app è di raccontare l'evoluzione delle street gang negli Usa con un feedback in Italia perché quelle originali, della fine dell'Ottocento si sono formate 'grazie' alla migrazione anche di gruppi italiani. E oggi ritornano in qualche modo in Italia, come testimoniano i fatti di cronaca"."La mia sfida principale è quella di fornire informazioni dagli Usa all'Italia su cosa sono le street gang. L'esempio del ferroviere aggredito dalla gang di Latinos, all'interno della quale ci sono adepti della mafia messicana del MS13, è utile. Bisogna far capire chi sono e come si può contrastarli".Una delle principali novità analizzate nell'app è la possibilità di mappare e individuare le centinaia di street gang attraverso i social network, l'uso degli hashtag e la geolocalizzazione."In una slide c'è una mappatura di dove trovare le gang attraverso hashtag, ci sono le parole chiave e attraverso Twitter, Facebook e Messenger si riescono a individuare".