Milano (TMNews) - La fisica è considerata troppo spesso una materia difficile, astratta, destinata a cervelloni un po' fuori dal mondo, invece è una materia appassionante, a volte anche divertente, e soprattutto piena di applicazioni che migliorano la vita di tutti i giorni. Lo hanno ricordato i professori del Politecnico di Milano, come Marco Finazzi, che per un giorno hanno aperto aule e laboratori a famiglie, bambini e curiosi: "Lo scopo è proprio quello di organizzare degli esperimenti per bambini e ragazzi della scuola dell'obbligo in grado di comunicare loro il nostro entusiasmo, noi ci divertiamo molto a fare questi esperimenti. L'elettronica che adesso tutti noi portiamo addosso è uno dei successi della fisica che ci ha permesso di capire come funzionano i materiali, di sfruttare le loro proprietà per costruire qualche cosa che in natura non esiste". Un'immersione tra luci, suoni, aria e elettricità capace di trasformarsi perfino in un gioco.