Roma, (askanews) - "Illuminare l'oscurità". E' questo lo slogan scelto dai ricercatori di XENON1T (dove 1T sta per una tonnellata, che è il bersaglio di massa dove si eseguirà la caccia), per descrivere l ambizioso obiettivo di fare luce su uno dei misteri della fisica contemporanea: di che cosa sia fatta la materia che costituisce circa un quarto dell'universo.L'esperimento è una vera e propria trappola per la materia oscura, ma anche e soprattutto una potenziale nuova finestra sul cosmo. Lo sviluppo di un lungo lavoro già compiuto con successo da Elena Aprile della Columbia University che guida il progetto basato sulla ricerca di Carlo Rubbia. La risposta che si attende è una sola: ecco le particelle di materia oscura. La strada intrapresa al Gran Sasso per Elena Aprile è quella giusta:"Assolutamente sì, penso che abbiamo, con la cooperazione Xenon, uno degli strumenti con più potenziale per scoprire la materia oscura nella forma di particelle nuove. Qui al Gran Sasso sono convinta che se la materia oscura esiste nella forma di Wimps Xenon1T sarà il primo a scoprirla".La concorrenza, con altre metodologie ed altri presupposti di partenza, è forte, dagli Usa al Cern di Ginevra, ma al Gran Sasso si crede fortemente nella potenzialità di questa indagine che guarda ad un territorio finora inesplorato, sotto lo schermo di 1400 metri di dura roccia e utilizzando un gas puro, lo Xenon. Fernando Ferroni, presidente dell'Infn:"I laboratori del Gran Sasso sono il luogo privilegiato al mondo per la ricerca della elusiva materia oscura. Inauguriamo un esperimento che più di tutti ci porterà vicino speriamo a scoprire la materia oscura. Una grande collaborazione internazionale dove l'Infn, l'Italia, ci mette questi laboratori, i più belli del mondo. Incrociamo le dita e aspettiamo i risultati".La trappola scatterà adesso operativamente dal prossimo marzo, nel mirino i cosiddetti Wimp (Weakly Interacting Massive Particle). Una scoperta che varrebbe ovviamente uno strameritato Premio Nobel, made in Gran Sasso, per Elena Aprile."Siamo pronti per vincere", afferma Aprile.