Milano (TMNews) - La tecnologia entra in casa, con un ruolo diverso in ogni stanza, dalla cucina alla mansarda. A Milano arriva Google House, la casa che racconta una vita quotidiana pervasa dalla tecnologia. Claudio Monteverde, communication manager di Google Italia."Abbiamo scelto la casa - dice - perchè è l'ambiente più familiare per tutti, dove è possibile toccare con mano e semplicità tutti i servizi che il mondo Google offre".Il focus di Google House sono i servizi voce. Si parte dalla cucina, dove la blogger Sonia Peronaci di GialloZafferano si affida alla ricerca vocale su Google: tablet e smartphone fanno da assistente virtuale."Abbiamo voluto essere estremi e proporre l'intera varietà di servizi disponibili, poi ognuno sceglie cosa gli è utile e preferisce".Il soggiorno ruota sui contenuti di intrattenimento: su Google Play musica e film si possono comprare o noleggiare e poi trasmettere in tv con la chiavetta Chromecast. Il guardaroba è dedicato a Hanghout, il sistema di video conferenza di Google+ che mette in comunicazione due amiche appassionate di moda, e a Youtube, per vedere lo sport. Lo studio punta sulla cultura con Art Project e Made in Italy: eccellenze in digitale, progetto studiato per il nostro Paese. In mansarda il tema del viaggio porta in Brasile: qui si usano Google Now, Photos, Mappe e Traduttore, per gestire ogni momento dalla partenza al ritorno."Sono tutti servizi che funzionano su dispositivi Android e Ios a prescindere dal device che si sta utilizzando".Milano è la tappa di un viaggio internazionale di Google House: partita da New York, ha poi fatto tappa a Londra e Parigi.