Londra (askanews) - Un gruppo di scienziati del Francis Crick Institute di Londra ha ricevuto il permesso di modificare geneticamente un embrione umano a scopo scientifico. Il via libera, il primo nella storia, è arrivato dall'Autorità per la fertilità e l'embriologia umana, (Human Fertilisation and Embryology Authority - HFEA) che ha stabilito una serie di regole precise, a partire dal fatto che gli embrioni dovranno essere distrutti dopo una settimana.Gli studi serviranno a capire meglio il ruolo dei geni durante i primi giorni di sviluppo dell'embrione, un passo fondamentale per comprendere e intervenire nei casi di aborti spontanei o infertilità. Se la decisione viene salutata con grande favore da molti scienziati, non mancano i contrari che temono sia il primo passo verso l'eugenetica.