Roma, (askanews) - "Onestamente noi abbiamo fatto tutti i passaggi doverosi e indispensabili. Un referendum non per fare o no le Olimpiadi, ma per abrograre quello che è stato deciso per farle. Lo facessero, prendiamo atto, la cosa non ci spaventa. Certo non possiamo essere noi a promuoverlo". Lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò, intervenendo alla presentazione del dossier per la candidatura di Roma per le Olimpiadi del 2024.