Roma, (askanews) - Le sale da biliardo sono considerate dei luoghi prettamente maschili e anche il biliardo in se' non viene visto come uno sport da donne. Ma per Ng On-yee, 25enne nata ad Hong Kong, non è così. E' appassionata a questa disciplina fin da quando è piccolissima e passa le sue giornate con la stecca in mano.E' talmente brava, campionessa mondiale in campo femminile, che ha avuto l'onore di essere invitata a partecipare alle qualificazioni del torneo più importante, il campionato del mondo maschile, che si terrano ad aprile a Sheffield, in Inghilterra. Il suo sogno adesso è arrivare a gareggiare con le stelle del biliardo."Sono davvero felice - racconta - e credo lo siano anche le altre donne, perché finalmente abbiamo la possibilità di competere anche in altri tornei"."E' fantastico aver avuto questa opportunità, ho sempre voluto far cadere questa barriera tra uomini e donne, mi sono preparata a lungo e ora posso rappresentare me stessa, Hong Kong e tutte le ragazze che giocano a biliardo, farò del mio meglio".Si potrebbe pensare che Ng On-yee non venga vista di buon occhio quando si allena nei club di Hong Kong in mezzo a soli uomini, ma non è così:"Quando mi alleno da sola nelle sale da biliardo gli altri giocatori uomini mi guardano, ma non ridono di me - spiega - non si chiedono cosa ci faccio lqui, anzi, mi incoraggiano molto in quello che faccio".