Los Angeles (askanews) - Kobe Bryant, giocatore simbolo dei Los Angeles Lakers e campione indiscusso del basket mondiale, ha giocato la sua ultima partita. Nello Staples Center di fronte a migliaia di tifosi che hanno voluto vederlo in campo per l'ultima volta, il Bryant ha dato il meglio di sè con una partita spettacolare contro gli Utah Jazz in cui ha segnato 60 punti.Ma non è il finale perfetto, come molti hanno detto; non per Bryant, che con i suoi 5 anelli vinti e il suo terzo posto nella storia Nba per punti segnati, ha sempre dato l'idea di non accontentarsi mai."La fine perfetta sarebbe stata essere i campioni. Questa non è la fine perfetta per me. Ho provato a giocare duro, a cercare di dare spettacolo nel modo migliore. E' stato bello essere in grado di farlo, un'ultima volta", ha detto subito dopo la partita vinta dai Lakers 101-96."Mi sento benissimo, sono davvero felice. E' difficile parlare, perché è come un sogno. Io non avrei mai creduto fosse possibile" ha concluso, rispondendo in spagnolo, Bryant, prima di lasciare il campo, insieme ad un pezzo di storia del basket.