Roma, (askanews) - Compirà 28 anni proprio il giorno della cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici di Rio, il 5 agosto. E festeggerà come rappresentante dell'Italia, portabandiera e alfiera degli azzurri. Federica Pellegrini, campionessa di nuoto, una delle migliori della storia di questo sport nel nostro Paese, raccoglie il testimone di un'altra donna, Valentina Vezzali, che fu portabandiera a Londra nel 2012. La nuotatrice si dice emozionata per questo importante appuntamento: "Sono orgogliosa e onorata, oggi gli aggettivi si sprecano. Il nuoto è veramente uno sport dove si fatica, noi ci alleniamo tantissimo, portando il nostro fisico allo stremo ogni giorno, per una gara che dura qualche minuto o qualche secondo. Ci giochiamo tutto in pochissimo tempo. Sono contenta anche per il mio sport, perchè è uno sport di sacrificio".Sulla sua nomina, il presidente del Coni, Giovanni Malagò, dice: "Lei è veramente una che sente il senso della patria, del tricolore, è una che lotta e soffre, è una bella figura di italiana".Federica è la quinta donna in 104 anni di Giochi estivi. E scherza: "Di sicuro mi dovrò allenare a non far attorcigliare la bandiera, se ci sarà un po' di vento...di sicuro un po' di tremarella ci sarà".E Filippo Magnini? "Filippo mi ha detto scherzando: 'Ma io lo sapevo...Sono tutti molto orgogliosi, la mamma il papà e anche Filippo".