Harare (askanews) - La storia del leone Cecil ha fatto il giro del mondo. Lo sdegno ha scatenato petizioni on line, manifestazioni e presidi davanti all'abitazione del dentista americano di Minneapolis Walter Palmer che ha ucciso il re della foresta durante una battuta di caccia illegale in Zimbabwe. Ora la vicenda del leone abbattuto è diventata un caso internazionale. Lo Zimbabwe esorta l'estradizione dagli Usa del dentista con la passione per i trofei di caccia."Sfortunatamente il bracconiere straniero è subito tornato nel suo Paese. Per questo ci appelliamo alle autorità competenti perché Palmer possa rispondere delle sue azioni illecite davanti alla giustizia", ha dichiarato il ministro dell'Ambiente Oppa Muchinguri, in una conferenza stampa indetta ad Harare, capitale del Paese che ha dato i natali a Cecil.Dal canto suo Palmer ha ammesso di avere abbattuto il felino, ma sostenendo di essere stato all'oscuro dell'illegalità delle sue azioni. Il dentista risulta irreperibile alle autorità americane, che hannoaperto un'indagine sulla vicenda. Il leone Cecil, 13 anni, era famoso per la suacriniera nera ed era il simbolo del parco Hwange, il più grande dello Zimbabwe.(immagini Afp)