L'ultima opera dell’autore è un viaggio nel passato per non dimenticare l’amica scomparsa, un modo per fissare nella memoria l’immagine della ragazza. Nel farlo la paura di aver sostituito Camille con il disegno che la rappresenta. Il libro arriva dopo il lungo reportage dal Kurdistan siriano che porta in Occidente il modello utopico di un’area, la Rojava, dove si cerca la parità assoluta tra uomini e donne.