Roma, (askanews) - "Il fatto che si siano attese 24 ore e ancora non ci siano risposte, il fatto che il presidente del Consiglio, che molto si agitava per le dimissioni della Cancellieri quando lui era sindaco di Firenze, oggi non abbia ancora proferito parola, mi fa pensare male". Lo ha detto il governatore del Veneto Luca Zaia, a proposito dell'inchiesta di Firenze e delle implicazioni per il ministro Maurizio Lupi, su cui il premier Matteo Renzi ancora non ha preso posizione ufficialmente.E sull'opportunità delle dimissioni del ministro dice: "Io sono garantista e credo che i processi non vadano fatti nella pubblica via, ma in questa fase c'è un fatto di opportunità politica che è cogente".