Roma, (askanews) - Il governatore del Veneto Luca Zaia torna a parlare di migranti e ha chiesto al presidente del Consiglio Matteo Renzi "più rispetto" per le regioni del Nord amministrate dal centro-destra, accusando: "Renzi ha detto una boiata", in riferimento alla dichiarazione sull'"Italia più debole nel negoziato europeo sui profughi perché i governatori del Nord dicono di no".Intervenendo in conferenza stampa con il candidato sindaco di Venezia per il centrodestra, Luigi Brugnaro, il presidente leghista ha attaccato: "Siccome paghiamo 21 miliardi di tasse, vorremmo un presidente del Consiglio che fosse rispettoso dei nostri territori: Renzi ha dichiarato che con la posizione dei tre governatori del Nord, il sottoscritto, Lombardia e Liguria, in virtù della nostra posizione si è indebolita la posizione dell'Italia in Europa. Io penso che la posizione dell'Italia in Europa si sia indebolita per tutti quei delinquenti di Mafia capitale che gestiscono l'immigrazione".Zaia ha ricordato di avere detto di "no" ai profughi a suo tempo con il governo Berlusconi e di dire di "no" anche adesso.