Aden, Yemen (askanews) - Lanciata una vasta offensive delle forze filogovernative yemenite, appoggiate dai raid aerei della coalizione araba guidata dall'Arabia saudita, con l'obiettivo di strappare dalla menai dei ribelli sciiti huthi e delle truppe fedeli all'ex presidente Ali Abdallah Saleh il territorio della provincia di Taez, nello Yemen sud-occidentale. La notizia è stata comunicata dal generale Ahmed Sa f al-Yafei, capo dello stato maggiore lealista.L'operazione è partita dopo l'arrivo dei rinforzi militari della coalizione araba e dell'esercito yemenita, ha precisato al-Yafei. Nel mirino della controffensiva la città di Taez, la terza del paese per ordine d'importanza dopo Sanaa, la capitale, e Aden, il principale porto del paese.I ribelli huthi, sostenuti dall'Iran, sono stati respinti da cinque province dello Yemen meridionale a seguito di un'offensiva governativa partita a luglio. La guerra civile yemenita è iniziata nel 2014 e gli insorti tengono ancora saldamente in mano le province del Nord, tra cui quella della capitale Sanaa.Secondo i dati delle Nazioni Unite da marzo, quando è cominciata la reazione delle truppe schierate con il governo del presidente Abd Rabbo Mansour Hadi, il conflitto ha provocato 5.000 morti, la metà dei quali civili.(Immagini Afp)