Parigi, (askanews) - La Francia ha respinto la richiesta d'asilo presentata dal fondatore di Wikileaks, l'australiano Julian Assange."Alla luce degli elementi giuridici e della situazione di Assange, la Francia non può dare seguito alla sua richiesta - si legge in un comunicato diffuso dal governo francese - la situazione di Assange non presenta un pericolo immediato. Inoltre contro di lui è stato spiccato un mandato di arresto internazionale".Assange è rinchiuso da tre anni nell'ambasciata dell'Ecuador di Londra per scongiurare di essere estradato in Svezia, dove è accusato di aggressione a sfondo sessuale, e da lì negli Stati Uniti. In una lettera inviata al presidente Francois Hollande e pubblicata da "Le Monde", Assange ha scritto che la sua "vita è in pericolo" e la sua "integrità, fisica e psicologica, è sempre più a rischio ogni giorno che passa". Una denuncia non accolta però dall'Eliseo.Definendosi un "giornalista perseguitato e minacciato di morte dalle autorità" americane, ha scritto che solo la Francia è nelle condizioni di potergli offrire la protezione necessaria.La richiesta d'asilo è stata infatti inviata dopo le ultime rivelazioni di Wikileaks sulle attività di spionaggio condotte dagli Stati Uniti nei confronti di tre presidenti francesi: Hollande, Nicolas Sarkozy e Jacques Chirac.