Washington, (TMNews) - I diari di Alfred Ernst Rosenberg, uno degli ideologi del nazismo ma anche braccio destro e confidente di Adolf Hitler, sono stati consegnati al museo dell Olocausto di Washington. Sono stati ritrovati dopo più di 70 anni di ricerche nello Stato di New York, a Buffalo, a casa di un accademico legato ad un procuratore del processo di Norimberga.Il diario di 400 pagine, che vanno dalla primavera 1936 all inverno 1944, racconta il ruolo di Rosenberg nel genocidio degli ebrei ed in altri atti criminali durante la seconda Guerra Mondiale. Porta un nuovo sguardo sugli incontri fra Rosenberg e Hitler e anche su altri dirigenti nazisti come Heinrich Himmler e Hermann Goering."Penso che questo ritrovamento sia eccezionale, il manoscritto ora sarà disponibile per tutti, sia qui al museo che sul sito internet. Rappresenta un passo in avanti verso la comprensione della depravazione mentale dei responsabili dell uccisione di massa degli ebrei e di altri gruppi etnici, è importante per la ricerca storica" dice Jurgen Matthaus il responsabile del centro ricerche del museo dell'Olocausto.(immagini AFP)