Londra, (askanews) - Dopo la batosta elettorale, il leader laburista Ed Miliband ha lasciato la guida del partito, assumendosi la "piena responsabilità" per i magri risultati ottenuti dal Labour al voto politico britannico."Mi assumo la piena e assoluta responsabilità per il risultato di queste elezioni", ha detto Miliband. "La Gran Bretagna ha bisogno di un partito laburista forte che possa rinascere dopo questa sconfitta e portare a un governo che rappresenti nuovamente la gente che lavora. Ora è tempo che qualcun altro prenda la guida del partito", ha annunciato tra gli applausi dei suoi sostenitori, auspicando un "dibattito aperto e onesto" sulla ricostruzione del partito laburista dopo le pesanti perdite subite in Scozia a opera degli indipendentisti. Già dopo le prime proiezioni, il politico 45enne aveva ammesso: "I risultati stanno ancora arrivando ma questa è stata chiaramente una notte molto deludente e difficile per il Partito laburista. Noi non abbiamo avuto l'avanzata che volevamo in Inghilterra e Galles, mentre in Scozia abbiamo visto un boom del nazionalismo che ha sopraffatto il nostro partito".