Saint-Denis de la Réunion (askanews) - La Francia ha ripreso le ricerche di altri eventuali rottami del volo MH370 della Malaysian Airlines, scomparso nel nulla l'8 marzo 2014 con 239 persone a bordo mentre era in volo tra Kuala Lumpur e Pechino, dopo che un frammento dell'ala del Boeing 777 è stato rinvenuto su una spiaggia del possedimento francese de La Reunion, nell'Oceano indiano. Lo hanno annunciato le autorità delle prefettura locale.I voli di ricognizione sono in sincrono con le pattuglie terrestri che ispezionano il litorale e l'area del comune di Saint-Benoit mentre unità marittime dell'Esercito e della Gendarmeria saranno immediatamente mobilitate qualora eventuali resti siano localizzati in mare.Il dispositivo di ricerca aereo comprende un aereo da trasporto militare, un elicottero della Marina e due della Gendarmeria, mentre restano a disposizione tre motovedette veloci.Le ricerche sono condotte sulla zona costiera e su quella a est della Réunion, in funzione delle analisi condotte sulle correnti marine e si allargano sino alla zona coincidente con l'area di responsabilità dell'isola di Mauritius.(Immagini Afp)